project berg

project: berg

location: berg - lower austria - austria

area:  42.000 m²

design: 2014

client: berg park nord sro

Placed at the border between Austria and Slovakia, the project area converses with natural elements as the country fields and with anthropic elements as the high way and the old custom. On of the main design principles is the correct orientation of buildings through geolocation, taking into account sunshine and the direction of the prevailing winds. This statement defines the dominant trend of buildings following a prevailing development from east to west . This volume setting follows the fundaments of sustainable design, aimed to maximize the solar radiation during winter through proper exposure and limiting the effects during summer through terraces and shading elements. Buildings have a perspective composition ruled by different heights, defining the maximum height in the center of the plot and the minimum height by the limits . The same is also among the buildings themselves, according to a trend that runs from north to south. From the north of the compendium starts the pedestrian path that crosses the entire area from north to south, creating a promenade which breaks the buildings. The sinuous shape of the path on which the perpendicular fronts of buildings are grafted, determines a sequence of various scenarios, characterized by alternation of compressions and open spaces between the volumes, allowing to a have a deep perception of the countryside. These perspectives are emphasized by a nonalignment of the volumes which create an harmonious design in relation to the main path.The entire design process, from building design to construction to the management of the property, follows the guidelines of Interessensgemeinschaft Passivhaus Österreich, the PHPP-Standard des Passivhaus Institutes and LEED protocol.

L'area di progetto, luogo di confine tra Austria e Slovacchia, dialoga con l'elemento naturale prevalente della campagna e quello antropizzato dei sistemi di percorrenza e della dismessa dogana. Uno dei principi su cui si basa il progetto è quello di un corretto orientamento degli edifici attraverso una geolocalizzazione che tenga conto non solo del soleggiamento, ma anche della direzione prevalente dei venti che insistono sull'area. Tale indicazione definisce l'andamento dominante dei fabbricati seguendo uno sviluppo prevalente da est ad ovest. Questa conformazione risulta inoltre aderente ai fondamenti di una progettazione sostenibile mirata a massimizzare l'irraggiamento solare durante il periodo invernale attraverso una corretta esposizione e limitandone gli effetti nel periodo estivo per mezzo di terrazze ed elementi frangisole. Gli edifici hanno una composizione prospettica regolata da altezze variabili in grado di definire l'altezza massima al centro del lotto e l'altezza minima in prossimità dei confini. Lo stesso avviene anche tra i fabbricati stessi, secondo un andamento che va da nord a sud. Dall'ingresso del compendio a nord prende avvio il percorso pedonale che, attraversando l'intera area da nord a sud, scinde i fabbricati realizzando una promenade sulla quale affacciano i fronti interni degli edifici. L'andamento sinuoso di tale percorso sul quale si innestano perpendicolarmente i fronti dei fabbricati di altezze variabili determina una sequenza di scenari differenziati, caratterizzati dall'alternanza delle compressioni tra i volumi e degli spazi alberati aperti a prospettive che permettono di intravvedere in profondità la campagna circostante. Tali prospettive vengono enfatizzate tramite un disassamento in pianta dei volumi che creano un disegno armonico in rapporto al percorso principale. L’intero processo di realizzazione del compendio, che va dalla progettazione degli edifici, alle fasi di costruzione, fino alla gestione dell'immobile, seguirà le linee guida dei protocolli come il Interessensgemeinschaft Passivhaus Österreich, il PHPP-Standard des Passivhaus Institutes e il LEED.